venerdì 21 giugno 2013

Trenette ai ricci di mare

Come ultimo pranzo del brevissimo soggiorno avevo espresso un desiderio: pasta ai ricci!Una delle mie preferite, e pur non essendo nei mesi con la R (sapere i ricci si trovano più facilmente nei mesi in cui compare questa lettera) la famiglia li ha reperiti...e in grande quantità devo ammettere. Visto poi che l'occasione si è fatta avanti diversi giorni prima dell'arrivo, come succede spesso, la Mamma ha messo i vasetti in freezer e tolti la mattina per cucinarli a pranzo. Infatti, non essendo disponibili tutto l'anno, per placare quelle voglie improvvise di mare ma soprattutto di cose buone, non c'è niente di meglio che comprare i vasetti quando si trovano e metterli nel congelatore per i tempi di carestia!
La preparazione è chiaramente molto semplice e rapida, ma è un consiglio per far provare un primo diverso a chi, come tanti, non ha mai provato i ricci di mare.


Ingredienti per 5 persone
  • 400 g di trenette (vanno bene anche le linguine)
  • 4 vasetti di ricci di mare freschi (da noi usano come contenitori quelli per caffè da asporto)
  • olio evo
  • uno spicchio d'aglio in camicia
  • prezzemolo
Fate scaldare in una padella circa otto cucchiai di olio evo, dove metterete lo spicchio d'aglio a rosolare per poi levarlo una volta spento il fuoco. 


Quando l'olio sarà quasi completamente raffreddato, versare la polpa dei ricci (non devono assolutamente cuocere, diversamente perderanno il loro sapore) ed il prezzemolo.







Cuocere al dente la pasta in acqua salata e versarla direttamente nella padella. 
Fate saltare qualche minuto e servire caldo.


.

BON APPÉTIT

8 commenti:

  1. Io sono una dei tanti che non ha mai assaggiato i ricci di mare e nemmeno sapevo di questa cosa che si trovano nei mesi con la r!
    Quante cose si imparano andando a ricambiare una visita in un blog!
    Quindi grazie e piacere di conoscerti!
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti consiglio di sperimentarli,ottimi!un saluto

      Elimina
  2. A vedere questo piatto mi torna in mente il delizioso sapore dei ricci di mari.
    Ho già l'acquolina.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  3. io sono una di quelle che farebbe omicidi per un piatto di pasta con i ricci!!!! li adoro!!!! sono l'unico cibo che mi fa, letteralmente, impazzire!!!
    perfetta la descrizione del piatto. E' vero, i ricci non devono cuocere!!!!
    complimenti per il blog e da oggi ti seguo anch'io!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici! e poi noi dalla Sardegna non ne possiamo fare a meno, i ricciai invadono meravigliosamente i cigli delle strade vicino alle spiagge...come si fa a dire di no?

      Elimina
  4. Eccomi, mi sono unita ai vostri lettori ;-)

    Non ho mai mangiato la pasta con i ricci, mi segno la ricetta tra quelle da provare ;-)

    Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se sono freschi e disponibili sono sicuramente un condimento delizioso!da provare.un saluto!

      Elimina